it-ITen-GB
Language


Atterraggio a Caiolo (LILO)
Luca
/ Categorie: Volo e Aviazione, Video

Atterraggio a Caiolo (LILO)

Visione dal cockpit di un atterraggio all'aeroporto di Caiolo (SO) - LILO

Un’interessante visione dal cockpit del motoaliante VDS Pipistrel Virus dal sottovento pista 27 dell'aeroporto di Caiolo (SO) – LILO, fino al parcheggio. Ricordiamoci che gli Ultraleggeri sono velivoli realizzati per il volo a vista (VFR), e non strumentale (IFR). Quindi ogni manovra dovrà essere svolta con il contatto visivo col terreno.  

A differenza dell’atterraggio con un velivolo classico a motore, il motoaliante atterra proprio come un aliante, ovvero “senza motore” (idle). Infatti, si percorre tutto il tratto del sottovento, quello che in pratica costeggia la pista, fino all’atterraggio, senza motore. Nel video vediamo la pista di Caiolo a destra, quindi in gergo aeronautico si usa dire “sottovento destro pista due sette (27)”. Destro perché la virata per raggiungere la pista si fa a destra. Il numero della pista indica il suo orientamento magnetico, in questo caso 270°. Quindi, la pista di Caiolo ha un orientamento 270°/90°, ovvero Est-Ovest.  

Ogni aereo è fatto per volare, anche senza motore. Ciascun velivolo possiede quella che si chiama “velocità di massima efficienza”, ovvero è quell’assetto di volo che permette di volare con la distanza maggiore perdendo la minore quota. Per il Pipistrel Virus questa velocità ideale è sui 110 km/h. Quindi nel tratto di sottovento, si cerca questa velocità, mantenendola con l’assetto di volo, partendo da una quota di 2000 ft. In pratica stiamo scendendo dolcemente verso la pista mantenendo una velocità tale da permetterci di arrivarci comodamente.  

Percorsa tutta la pista nel tratto di sottovento, configuriamo l’aereo per l’atterraggio, dando la prima tacca di flap. Questo cambia il profilo alare dell’aereo, permettendoci di volare ad una velocità più bassa ma mantenendo l’efficienza della portanza, quella forza che in pratica ci fa stare in aria. Con la prima tacca di flap manterremo una velocità di circa 100km/h. Compiremo così la prima virata a 90° (virata base), e una volta livellate nuovamente le ali guarderemo la nostra pista, in modo tale da impostare l’ultima virata (finale) che ci allineerà per l’atterraggio.  

A questo punto daremo la seconda tacca di flap, e differentemente dall’atterraggio con un velivolo classico a motore azioneremo i “diruttori”, ovvero delle alette o aerofreni posti sul dorso delle ali che toglieranno parte della portanza, e ci permetteranno di scendere nel punto desiderato. I diruttori ci permettono quindi di impostare il sentiero di discesa fino al touch down, e di permettere all’aereo di toccare terra.  

Importantissima fase prima di far toccare terra è la "flare", ovvero quella manovra che con un piccolo richiamo della barra di comando, porta l'aereo a volare parallelamente alla pista, permettendogli di scaricare l'energia accumulata durante la discesa. Man mano che l'energia si consuma, l'aereo rallenterà, permettendoci così di toccare terra in maniera sicura e morbida. Ovviamente è abilità del pilota trovare l'altezza giusta dal terreno per non far poi cadere da troppo in alto l'aereo sulla pista, con conseguente contraccolpo.

I pedali servono per mantenere in assetto l’aereo e comandano il timone di coda. Una volta toccato terra, i pedali comanderanno la direzionalità del ruotino anteriore, permettendoci di girare (un po’ come il volante per un’automobile). I freni sono posti in cima ai pedali. Esistono difatti due levette che, se premute, azionano i freni idraulici. Per lo spostamento a terra dell’aeromobile, si usa il motore. Dando gas o togliendo gas si comanda la sua spinta in avanti.  

Spero vi sia venuta voglia di provare a volare! Buona visione!
Articolo Precedente Decollo da Caiolo, Sondrio (LILO)
Prossimo Articolo Una mia breve (ma intensa) intervista con Italia Top Games!
Stampa
4099 Valuta questo articolo:
4.2

Si prega di eseguire illogin or register per inviare commenti.

Il tuo nome
Il tuo indirizzo e-mail
Oggetto
Messaggio:
x

Seguimi sui social

Inserisci la tua migliore mail per essere sempre aggiornato: Invia

Termini Di UtilizzoPrivacyCopyright 2018 by Luca Monticelli