it-ITen-GB
Language


Suggerimenti sull’uso della punteggiatura
Luca

Suggerimenti sull’uso della punteggiatura

Un piccolo prontuario per scrivere sempre in modo impeccabile.

Non vogliatemene a male, e non fatemi passare per il “professorino” di turno… Ma i Social, purtroppo, dimostrano quanto ci sia bisogno di informare, comunicare e insegnare. Gli internauti non si rendono conto di mancanze (spesso gravi) che nella loro vita quotidiana non mutano nulla del loro status sociale, ma che evidenziano alla massa ciò che si è veramente. Trincerarsi dietro la scusa “ho studiato solo fino alla terza medianon è una buona scusa. C’è sempre tempo per imparare o correggersi, e a volte bastano davvero pochi minuti di attenzione.  

Questo breve prontuario potrà quindi essere usato all'occorrenza da tutti, qualora si avessero dei dubbi riguardo l'uso corretto della punteggiatura.

C’è chi scrive spesso parolacce, chi tutto in maiuscolo, chi usa l’”h” del verbo avere a casaccio, e chi usa la punteggiatura non seguendo le regole di utilizzo corretto.  

Wikipedia ci dice che “in una lingua scritta la punteggiatura (o interpunzione) è un sistema di segni (facenti parte del gruppo dei paragrafemi), detti "di punteggiatura" o "di interpunzione", usati per iniziare, terminare o separare frasi, parti di frasi o parole. L'utilizzo della punteggiatura varia da una lingua all'altra ed è definito dalle regole della lingua stessa.”  

Per quanto riguarda l’Italiano, i segni di punteggiatura sono:  
* il punto ( . )
* la virgola ( , )
* il punto e virgola ( ; )
* i due punti ( : )
* il punto esclamativo ( ! )
* il punto interrogativo ( ? )
* i puntini di sospensione ( ... )
* le virgolette ( « », o " ", o ' ' )
* la barra ( / )
* le parentesi  ( ( ) )
* le lineette ( - )  


Non voglio ora entrare nella loro spiegazione approfondita, ma vorrei solo fornire quelle regole basi che devono essere usate, senza se e senza ma. Le dovete usare, quindi imparatele, anche perché il T9 del telefonino non ve le corregge automaticamente.  

Il punto
Il punto serve per terminare una frase. Il punto non vuole uno spazio prima, ma lo vuole dopo.  

Esempio corretto: Oggi sono in ferie. Domani torno al lavoro.
Esempio sbagliato: Oggi sono in ferie . Domani torno al lavoro .
Esempio sbagliato: Oggi sono in ferie .Domani torno al lavoro .  

La virgola
La virgola serve per separare una frase dall’altra all’interno di un’unica frase. La virgola non vuole uno spazio prima, ma lo vuole dopo.  

Esempio corretto: Oggi sono in ferie, e domani torno al lavoro.
Esempio sbagliato: Oggi sono in ferie , e domani torno al lavoro.
Esempio sbagliato: Oggi sono in ferie ,e domani torno al lavoro.  

Il punto e virgola

Il punto e virgola serve per creare una pausa tra il concetto principale e la continuazione di uno secondario. Il punto e virgola non vuole uno spazio prima, ma lo vuole dopo.  

Esempio corretto: Oggi sono in ferie; domani torno al lavoro.
Esempio sbagliato: Oggi sono in ferie ; domani torno al lavoro.
Esempio sbagliato: Oggi sono in ferie ;domani torno al lavoro.  

Le stesse regole valgono per il Punto Esclamativo e per il Punto Interrogativo (uno evidenzia una esclamazione, l’altro una domanda).  

I puntini di sospensione
I puntini di sospensione sono tre (3), e solo tre. Non sono sei, cinque, dodici. Non vogliono lo spazio prima, vogliono lo spazio dopo.  

Esempio corretto: Oggi sono in ferie… domani torno al lavoro.
Esempio sbagliato: Oggi sono in ferie …domani torno al lavoro.
Esempio sbagliato: Oggi sono in ferie … domani torno al lavoro.  

Le parentesi
Le parentesi sono una aperta e una chiusa. Aprono e chiudono un concetto all'interno di un pensiero o frase. La parentesi aperta vuole lo spazio prima, e non dopo. La parentesi chiusa non vuole lo spazio prima, ma lo vuole dopo, a meno che non sia una punteggiatura come il punto o la virgola. In questo caso lo spazio non ci vuole.  

Esempio corretto: Oggi sono in ferie (domani torno al lavoro).
Esempio sbagliato: Oggi sono in ferie ( domani torno al lavoro ).
Esempio sbagliato: Oggi sono in ferie ( domani torno al lavoro) .  

È importante anche comprendere quando usare la punteggiatura. La punteggiatura equivale a parlare in Italiano correttamente, quindi è davvero importante.

Scrivere “Oggi piove, merda!” oppure “Oggi piove merda!”, noterete, fa la sua bella differenza… Capisciammé!
Stampa
2630 Valuta questo articolo:
5.0

Si prega di eseguire illogin or register per inviare commenti.

Il tuo nome
Il tuo indirizzo e-mail
Oggetto
Messaggio:
x

Seguimi sui social

Inserisci la tua migliore mail per essere sempre aggiornato: Invia

Termini Di UtilizzoPrivacyCopyright 2020 by Luca Monticelli